Sabrina Vidon è una giornalista, conduttrice radiotelevisiva, moderatrice di eventi aziendali e culturali, con un'autentica passione per la comunicazione.

A 3 anni cantavo sul palco della parrocchia le canzoni di Natale, a 12 organizzavo recite con i bambini del quartiere, a 18 anni mettevo piede in una radio locale e a 20 in un’emittente televisiva. L’approfondimento del giornalismo e gli anni di studio del canto lirico e del teatro, sono state tappe fondamentali per imparare a comunicare alla gente davanti a un microfono in radio, di fronte a una telecamera o alla platea di un teatro o di una sala congressi.

Sono sempre stata affascinata dalla musica, la pittura, la danza e tutto ciò che ha a che fare con l’arte. Da piccola trasformavo le riunioni di famiglia in “cabaret” per raccontare quello che avevamo fatto durante i campi estivi e sognavo di fare l’attrice. Cresciuta nell’associazionismo, da adolescente e fino ai vent’anni sono stata animatrice volontaria per i bambini e i miei genitori si aspettavano che diventassi un’insegnante, ma la mia voglia di esprimermi nella musica e nel teatro mi portarono ad iscrivermi prima al Conservatorio e poi ad una scuola privata per seguire corsi di canto lirico e studiare arte scenica. Grazie a un ottimo maestro (il tenore Giuseppe Botta) e un buon gruppo di lavoro, negli anni ho potuto lavorare molto sul respiro, sul rapporto fra me e il mio corpo e me e il palcoscenico.

Parallelamente agli studi, grazie ad un conoscente e quasi casualmente, mi sono avvicinata al mondo radiofonico, inizialmente frequentando a tempo perso gli studi della piccola emittente Radio Voce, all’epoca radio ufficiale della Diocesi di Gorizia. Lì, ebbi l’opportunità di mettermi alla prova, di capire cosa fosse un mixer e di come funzionasse la mia voce filtrata da un microfono. Dopo un po’ di mesi, la conduttrice della fascia mattutina decise di lasciare il suo posto, mi proposero di sostituirla ed io accettai di buon grado. Iniziò un percorso fra conduzione e informazione, indagai sul mondo del giornalismo, agevolata anche dalla collaborazione e dagli incontri di aggiornamento organizzati da Novaradio A di Milano, capofila del Circuito Marconi di cui Radio Voce faceva parte. Imparai a cogliere il succo dei discorsi e ad esprimere i concetti nei cosiddetti "tempi radiofonici". 

Continuavo a lavorare al mattino e studiare e frequentare le lezioni nel pomeriggio, ma avrei voluto fare di più e così iniziai a inviare curricula alle radio e alle televisioni locali. Mi rispose Tele4 che mi diede l’opportunità di muovere i primi passi davanti a una telecamera, dapprima con semplici annunci e e poi con talk show, servizi e conduzione dei tg e le trasmissioni tematiche dedicate a musica, teatro, animali e territorio. Quella con Tele4 è stata una collaborazione bellissima e lunghissima, durata fino al 2013.

Dopo l’esperienza di quattro anni a Radio Voce e un tesserino da giornalista pubblicista conquistato, passai a fare la giornalista e conduttrice a Radio Fantasy: dieci anni di dirette, fiere, convegni, interviste ed esperienze indimenticabili. Da cinque anni, collaboro con Tv Capodistria nella realizzazione di servizi di approfondimento culturale per le trasmissioni Artevisione Magazine e Istria e dintorni. Da tutte queste esperienze è iniziato un percorso che mi ha portata a presentare concerti, sfilate e premi, ma anche a moderare convegni, conferenze e conventions per Aziende, Consorzi, Amministrazioni, Associazioni e Circoli culturali.